Giuseppe Raimondi

Amianto, la Sicilia ha il suo Piano regionale

La Regione Siciliana dopo 29 anni dall’approvazione della legge n. 257 del 1992 ha il suo Piano Regionale per l’Amianto. Il Presidente della Regione con decreto del 25 giugno 2021 pubblicato nella GURS N. 30 DEL 16 LUGLIO 2021 ha approvato il “Piano di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica, ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto” in uno al “Rapporto ambientale” e “Sintesi non tecnica. Ci piace pensare che il Governo Regionale e Presidente della Regione abbiano accelerato i tempi di approvazione del Piano anche per la pressione che CGIL CISL UIL Sicilia ha esercitato negli ultimi mesi con l’invio della piattaforma unitaria “#SICILIAAMIANTOFREE” - proposte per liberare la Sicilia dall’amianto entro il 2028 illustrata ai dirigenti di CISL CISL UIL il 20 maggio 2021 e al Governo Regionale il 15 giugno 2021. Avevamo annunciato ai nostri dirigenti e al Governo Regionale che stava organizzando presso uno dei siti simbolo una manifestazione per rilanciare con forza la tutela dei lavoratori e dei cittadini. La manifestazione molto probabilmente si terrà a Priolo Gargallo in Provincia di Siracusa nella sede del Consiglio Comunale. Il Sindaco di Priolo, primo firmatario della Legge Regionale n. 10 del 29 aprile 2014 ha rinnovato la sua disponibilità ad ospitare l’appuntamento per rimettere al centro dell’agenda politica siciliana anche questo problema ancora irrisolto. CIGIL CISL UIL Sicilia considerano quella sull’amianto una battaglia di civiltà e restano impegnate nell’organizzazione di eventi analoghi nei vari territori per sensibilizzare cittadini e istituzioni ad assumere comportamenti responsabili e collaborativi per fermare quel “missile esplosivo lanciato contro il futuro”cosi come veniva descritto l’amianto in una pubblicazione sindacale di un quarto di secolo fa.