Giuseppe Raimondi

Bonus da 1.200 euro per universitari che tornano in Sicilia, segnale positivo.

Palermo. “Il bonus da 1.200 per ogni universitario emigrato che l’anno prossimo tornerà a studiare in Sicilia è un segnale positivo nella direzione giusta. Da tempo la Uil Sicilia chiede iniziative concrete per arginare la fuga dei cervelli. Certo questo non sarà sufficiente a risolvere i problemi strutturali alla base di questo fenomeno ma è la dimostrazione di un’attenzione che non va sottovalutata ma valorizzata”. Così il segretario Giuseppe Raimondi che plaude all’attivazione di misure straordinarie di sostegno per gli studenti siciliani fuori sede, a disagio per l’emergenza sanitaria dovuta al Covid. Gli universitari nell’Isola sono circa 104.182, mentre 56.878 in altre regioni o all’estero. Per loro la copertura finanziaria dell’intervento sarà garantita con le risorse liberate dal PO Fse 2014/2020 e ammontano pari a sette milioni 800mila euro. La Regione è pronta a predisporre i bandi, le relative procedure esecutive restano affidate agli Ersu regionali. Per gli studenti è previsto un contributo pro-capite di 800 euro, la gestione sarà affidata all’Ente regionale per il diritto allo studio di Palermo per gli universitari si trovano in altre regioni italiane. All’Ersu di Catania per quelli che si trovano all’estero. E’ prevista anche l’estensione del contributo-alloggio 2019-2020 per i giovani che risiedono in Sicilia e che sono risultati idonei. Infine gli Ersu sono autorizzati a emanare un ulteriore bando “sussidi straordinari” per i giovani in condizioni di disagio economiche maturate dopo l’emergenza Covid 19 a partire dal 31 gennaio 2020.