Salvatore Pasqualetto

Il 1° Maggio a Raffadali (Ag)

Il 1° Maggio a Raffadali (Ag)

Sono rimasto piacevolmente sorpreso della grande manifestazione svoltasi a Raffadali (ag), nel pomeriggio di ieri nonostante la minaccia di una leggera pioggia. Un corteo iniziato dal Comune con Sindaco, Giunta, Consiglieri Comunali, Comandante dei VV.UU., Gonfalone, banda musicale, tanti camion e tanti ragazzi, rappresentanti dei mestieri e del mondo del lavoro. Tantissima gente ha partecipato al corteo, un numero considerevole di persone che con passione e impegno hanno voluto sfilare per le vie della città e ascoltare il comizio finale concluso dal Segretario Regionale UIL Sicilia, Salvatore Pasqualetto. Per l'intera durata del corteo, oltre ad essere accompagnato dal Segretario della UIL della Provincia di Agrigento, Gero Acquisto, ho avuto il piacere di essere circondato da tanti compagni e amici che hanno voluto offrire la loro amicizia e il loro contributo alla massiccia presenza della UIL alla manifestazione. I temi tutti attuali, a partire dal Governo Regionale che non riesce a produrre un progetto di sviluppo in grado di risollevare le sorti di tante persone che vivono con sofferenza l'attuale condizione, per arrivare a quello nazionale che oltre ad aprire la corsia della A19 e sottoscrivere accordi con le città metropolitane, dovrebbe ragionare sul come la Sicilia, essendo un'Isola, può beneficare della "fiscalità di vantaggio". La Manifestazione del 7 maggio a Palermo indicherà meglio i temi da affrontare, rimane però la condizione che nell'Isola si assiste al venir meno di quel poco che si era riuscito a realizzare. Formazione professionale, precaritato, chiusura dei siti di maggiore interesse regionale, rinnovo dei contratti ai dipendenti regionali e nazionali, sono i temi che non possono sfuggire ad un incontro, non più rinviabile, se si vuole provare a costruire un nuovo corso degli avvenimenti.