Giuseppe Raimondi

Indotto ex Fiat, Uil e Uilm: “Anche aziende dell’Indotto destinatarie dei provvedimenti per aree di crisi complesse. Così aiutiamo i 120 lavoratori”

Palermo. “Nessun tipo di tutela per i 120 dipendenti delle aziende Ssa, Manital e Biennesud dell’indotto ex Fiat di Termini Imerese che non rientrano tra le quelle destinatarie dei provvedimenti riguardanti le aree di crisi complesse”. Per questo la Uil Sicilia e la Uilm hanno rappresentato ancora una volta al governo regionale “la necessità di modificare la norma nazionale per ricomprenderle e assicurare, così, il necessario sostegno al reddito ai loro dipendenti. Sosterremo ogni altra soluzione utile, e quindi anche quella di utilizzare parte dei 41 milioni già destinati ad interventi di politica attiva, purché fornisca una risposta immediata a questi lavoratori”.