Gianni Borrelli

Regione, Borrelli: “Norme sbagliate, lo avevamo detto. Adesso riparta il confronto con i sindacati per sbloccare le assunzioni”.

Regione, Borrelli: “Norme sbagliate, lo avevamo detto. Adesso riparta il confronto con i sindacati per sbloccare le assunzioni”.

Palermo. “Promozione dei dirigenti e assunzioni alla Regione sono esigenze reali ma le norme proposte dal governo Musumeci erano senza dubbio sbagliate. La Uil Sicilia lo aveva sottolineato più volte e per fortuna sono state ritirate. Ciò dimostra, ancora una volta, che senza un accordo con le organizzazioni sindacali, come previsto in tutto il territorio nazionale, si fanno solo pasticci”. Lo dice Gianni Borrelli della segreteria della Uil Sicilia che aggiunge: “Adesso serve stabilire fabbisogni e criteri che riguardano l’intero comparto tenendo presente che è già in corso il confronto con l’Aran Sicilia per la valorizzazione del personale interno. Le riqualificazioni e le assunzioni sono necessarie per migliorare i servizi. Per i dirigenti occorre, invece, individuare modalità non discrezionali per il riconoscimento dei ruoli superiori”.