Eventi

Edili, firmato il rinnovo del contratto integrativo

Palermo, 3 Agosto 2016
Edili, firmato il rinnovo del contratto integrativo

Palermo 2 agosto 2016 – Sottoscritto oggi nella sede dell'Ance il rinnovo del contratto integrativo provinciale degli edili. Esprimono grande soddisfazione i segretari provinciali di Feneal Uil Ignazio Baudo, Filca Cisl Dino Cirivello e per la Fillea Cgil il segretario Francesco Piastra e il componente di segreteria Piero Ceraulo. Il contratto è integrativo per gli edili della provincia di Palermo stato rinnovato al tavolo col presidente di Ance Palermo Fabio Sanfratello. “Con il rinnovo del contratto territoriale – dichiarano i rappresentanti di Fenal, Filca e Fillea - vengono introdotti nuovi e importanti strumenti contrattuali che contribuiranno ad elevare la qualità del lavoro del settore e viene ampliata la sfera dei diritti per i lavoratori edili. Viene istituita l'indennità di guida, viene superata la carenza malattia con il riconoscimento di un giorno di malattia per singoli eventi in un anno solare, e tra gli altri obiettivi raggiunti ci sono l'aumento dell'indennità sostitutiva di mensa e l'istituzione del delegato di sito”. L'indennità di guida viene istituita per chi con mezzi aziendali trasporta i lavoratori fino al cantiere ed è costituita da due fasce da 30 Km fino a 70 km con l'applicazione del 5 per cento sulla paga base e del 7 per cento sulla paga base per i tragitti superiori a 70 Km, l'aumento di circa 54 euro per la fascia da 30 a 70, e di 76,44 per la fascia da 70 km in poi per il terzo livello. Viene pattuito l'aumento di un euro del buono pasto o dell'indennità sostitutiva pasto, che passa da 3,20 a 4,20 che equivale ad un aumento mensile di 23 euro. Viene rinegoziato l'elemento variabile della retribuzione che per il terzo livello nella sua interezza vale circa 40 euro al terzo livello la cui erogazione verrà verificata annualmente al raggiungimento di tre obiettivi nazionali e di uno territoriale. Viene istituito il delegato di sito nei grandi appalti e la possibilità anche per i lavoratori occupati in aziende con meno di 16 iscritti a potere partecipare alle assemblee sindacali.