News

Liberi Consorzi, Crimi e Altamore: "Situazione non più sostenibile. Pronti allo sciopero, adesso solo risposte concrete" .

Eventi e Manifestazioni
Liberi Consorzi, Crimi e Altamore: 'Situazione non più sostenibile. Pronti allo sciopero, adesso solo risposte concrete' .

Palermo. "La situazione non più sostenibile. Per questo siamo pronti allo sciopero, già proclamato per il prossimo 14 novembre a Siracusa. Il governo regionale deve dare risposte immediate e mettere a regime i Liberi Consorzi, garantendo il futuro dei lavoratori, circa seimila". Lo dicono Luca Crimi, segretario regionale della Uil Fpl Sicilia, e Gesualda Altamore, segretario della Uil Fpl Siracusa, oggi all'Ars, che aggiungono: "La burocrazia e' lenta e siamo certi che passeranno almeno altri quattro mesi prima di aver risposte concrete. Troppo tempo. La situazione è davvero critica e siamo pronti allo sciopero unitario il prossimo 14 novembre a Siracusa, dove tra l'altro oggi sta protestando un gruppo di lavoratori". Secondo i dati del sindacato servirebbero subito 15 milioni per mettere a regime il Libero Consorzio di Siracusa; 4,9 milioni per quello di Ragusa e 3,9 per Enna.